Blog: http://QuelloCheSento.ilcannocchiale.it

QuelloChe iPod 19

Raf - Per tutto il tempo: trascinante unico inedito dell'imminente best live del cantautore pugliese. Ennesima rivisitazione dell'amore eterno. Grande dispendio di archi che mandano il sottoscritto in sollucchero.
Samuele Bersani - Il bombarolo
: traccia attualissima (disponibile solo nel circuito del download digitale) che uno dei miei cantautori preferiti ha inserito nel suo ultimo bel lavoro discografico, Manifesto abusivo, e che è un'intensa cover dal repertorio di Fabrizio De Andrè. Bersani l'aveva già proposta dal vivo durante l'omaggio televisivo al cantautore  genovese della scorsa primavera nel salotto di Fabio Fazio ed essendo risultata piuttosto riuscita ha pensato bene di inciderla in studio. Non credo che in linea di massima sia difficile dal punto di vista vocale interpretare un brano di De Andrè (artista che venero),  la sfida reale è renderlo personale. Bersani riesce a non far rimpiangere l'originale, e mi sembra già un bel traguardo.
MIKA - I see you: struggente ballata che nemmeno il falsetto del cantante riesce a rendere mielosa. L'atmosfera intima del pezzo è rafforzata dall'uso del piano e dai cori in crescendo sul finale.
Alicia Keys - Doesn't mean anything: in una sola parola, raffinato. La voce dell'interprete d'oltreoceano vola leggera sulle note del suo fedele pianoforte per un brano che vuole raccontare la centralità dell'amore a discapito di qualsiasi valore materiale.
Skunk Anansie - Because of you: ritorno alla grande per la band inglese dopo 10 anni d'assenza. Peccato che la reunion sia al momento limitata ad un tour celebrativo e alla pubblicazione di un greatest hits di prossima uscita con soli tre inediti, dei quali questo è finora l'unico degno di nota. Sonorità alternative alla Muse e la cazzutissima voce di Skin, vero marchio di fabbrica, che forse meriterebbe un progetto con un dispendio maggiore di tempo e risorse. Vorrei andarli a vedere a Milano il 15 novembre? C'è qualcuno disposto ad accompagnarmi?
Betty Vittori - Shadow dancing: vocalist di poca fortuna che ha inciso questo brano per la colonna sonora di Chewingum, tipico prodotto cinematografico giovanilista degli anni '80. Sarà kitsch, ma a me fa venir voglia di baciare un ricciolone biondo con gli occhi azzurri in riva al mare sotto le stelle. Per la serie "volevo essere Isabella Ferrari", bella e stronza.

mulder77atgmaildotcom 

Pubblicato il 21/10/2009 alle 18.56 nella rubrica Quello che....

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web