.
Annunci online

QuelloCheSento
sessualità
24 giugno 2008
Just protect yourself

Mentre in Italia sembra ci sia una recrudescenza del virus HIV tra gli omosessuali, in Francia l'AIDES, un'associazione che lotta a favore della prevenzione dell'AIDS, ha dato vita all'ennesima creativa campagna pubblicitaria per sensibilizzare i Francesi all'uso del preservativo. Le illustrazioni contemplano sia la versione maschile che quella femminile (molto più poetica, elaborata e divertente).


mulder77atgmaildotcom 
cinema
9 maggio 2008
Disney Hunks 03
Ultima parte della galleria dedicata ai manzi a due dimensioni creati da David Kawena.

John Smith, affascinante pioniere nel film dedicato alla squaw Pocahontas (1995).

Kocoum, rivale in amore del precedente personaggio.

Thomas, sottoposto del capitano Smith, completa il terzetto al maschile di Pocahontas. Chissà che combinavano sotto coperta durante la lunghissima traversata in nave verso il Nuovo Mondo!

Il bel Principe Filippo da La bella addormentata nel bosco (1959).

Sitka, dallo sfortunato Koda, fratello orso (2003).

mulder77atgmaildotcom 
cinema
8 maggio 2008
Disney Hunks 02
Continua la gallery dedicata agli eroi disneyani, stavolta in chiave etnica:

Dall'Arabia Saudita Aladdin, protagonista eponimo del lungometraggio del 1992.

David, il surfer hawaiano da Lilo & Stitch (2002).

John Henry, primo afroamericano ad essere protagonista di un cartone animato omonimo (un cortometraggio per la verità) targato Disney. L'opera è uscita solo per il mercato DVD statunitense all'interno di una collezione di episodi riguardanti alcune delle leggende americane più famose, Disney's American Legends appunto.

Shang era il protagonista maschile di Mulan (1998), rilettura Disney di una leggenda cinese.

Hercules è forse l'unico personaggio per cui David Kawena ha dovuto meno faticare, visto che già nel film a lui dedicato nel 1997 i suoi muscoli erano ampiamente e sfacciatamente sfoggiati.

mulder77atgmaildotcom 
cinema
7 maggio 2008
Disney Hunks 01

Il bravissimo illustratore americano David Kawena ha creato una serie di immagini che hanno come protagonisti assoluti i personaggi maschili di alcuni famosi lungometraggi animati della casa di produzione di Walt Disney. Senza ignorare la tendenza degli ultimi anni secondo cui i maschietti di casa Disney sono apparsi sempre più discinti e svestiti, ma, soprattutto, consapevoli del loro innegabile fascino mascolino, basti pensare a Gaston de La Bella e la Bestia o al Tarzan disneyano che per esigenze sceniche se ne andava in giro per la jungla vestito solo di un piccolo gonnellino, permettendo ai propri scolpitissimi addominali di essere ammirati senza pudore, Kawena ha portato al limite questo velato trend, dando vita ad una gallery piuttosto audace, per niente priva di succulenti dettagli anatomici. Il mio preferito rimane il Principe Eric de La Sirenetta: moro, occhi cerulei, sorriso perfetto e amante dei cani. Che chiedere di più? Forse giusto essere parte dello stesso mondo. Aveva ragione Ariel a cantare "Part of your world"! Come la capisco!

Tarzan dall'omonimo film d'animazione del 1999.

Jim Hawkins da Il pianeta del tesoro (2002).


Febo da Il gobbo di Notre Dame (1996).

Milo J. Thatch da Atlantis: L'impero perduto (2001).

mulder77atgmaildotcom 
cinema
8 febbraio 2008
Caligola, un falso trailer
Incuriosito da questo articolo, sono andato a cercare alcuni esempi delle eccentriche opere del videoartista Francesco Vezzoli. Le mie aspettative sono state più che soddisfatte soprattutto dal falso trailer creato dal regista nel 2005 per un ipotetico rifacimento di Caligola, un film diretto, ma mai riconosciuto né realmente portato a termine, da Tinto Brass nel 1979. Il film originale fu scritto, tra gli altri, anche da Gore Vidal, grande scrittore americano, e narrava la storia di Caligola, terzo imperatore romano, figura passata alla storia per le sue depravazioni e follie. La pellicola fu oggetto di scandalo e censure per le numerose scene al limite del pornografico: vi erano, infatti, parecchi nudi, maschili e femminili, e alcune sequenze orgiastiche. Vezzoli nel trailer del falso rifacimento si diverte a mettere insieme un cast grandioso (il premio Oscar Helen Mirren, Courtney Love, Milla Jovovich, Gerard Butler), altamente improbabile nella realtà, aggiungendo alcuni nomi del cinema di serie B della fine degli anni '70, come Barbara Bouchet e Karen Black. Non dimentica nemmeno una reale reduce dal set di Brass, la deliziosa Adriana Asti, attrice a cui riserva un'ironica e divertente breve sequenza, summa della presunta depravazione dei costumi romani. La messa in scena è di ottima qualità: una fotografia sfolgorante, costumi di Donatella Versace e una lussuosissima location. Tutti gli attori recitano volutamente sopra le righe, in modo da esaltare il gusto camp che caratterizza l'intera operazione, risultando persino comici in certi frangenti (il susseguirsi dell'urlo "Caligula!" o l'espressione di una svampita Adriana Asti, sottolineata anche dalla colonna sonora).
Peccato che il film non esista davvero, perché sarei stato molto curioso di assistere ad uno spettacolo così spudoratamente bigger than life e provocatorio (notare il polemico riferimento a Benedetto XVI che finisce per essere il degenerato invocato per tutto il trailer, prima che faccia la sua comparsa Courtney Love).

mulder77atgmaildotcom 



permalink | inviato da QuelloCheSento il 8/2/2008 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
arte
2 gennaio 2006
Arte gay 16


(Felix D'Eon, Phil sleeping)



permalink | inviato da il 2/1/2006 alle 21:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
arte
16 dicembre 2005
Ridotti all'osso



Quella che vedete è una sorte di radiografia immaginaria realizzata da Michael Paulus. Questo bravissimo illustratore ha cercato di rendere più reali (più in carne e ossa, è il caso di dire) alcuni famosi personaggi dei fumetti e dei cartoni animati. Se l'idea non vi sembra troppo grottesca, potete vedere altri formidabili esempi
qui.

mulder77@gmail.com




permalink | inviato da il 16/12/2005 alle 21:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
arte
17 novembre 2005
Arte gay 15



(Henry Scott Tuke)




permalink | inviato da il 17/11/2005 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Contatore siti 
Se volete scrivermi
mulder77atgmaildotcom

Su MSN Messenger:
volpemulderathotmaildotcom


Tuzki è stato creato da Wang Momo.

Per una migliore visualizzazione di questo blog si consiglia l'uso di Firefox.

QuelloCheLeggo

Adam Mars-Jones, Vita e opinioni di John Cromer, Einaudi.


QuelloCheLessi

Filippo Timi, Peggio che diventare famoso, Garzanti. ***

QuelloCheAscolto

Marina Rei, Musa. ****
Gianna Nannini, Giannadream. ***


QuelloCheVidi

Carlos Saldanha, L'era glaciale 3D. ***

"Whoever you are ­ I have always depended on the kindness of strangers". (Blanche Dubois)  da Tennessee Williams, A Streetcar named desire, 1947.























Disclaimer:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
 

web metrics