.
Annunci online

QuelloCheSento
musica
21 ottobre 2009
QuelloChe iPod 19
Raf - Per tutto il tempo: trascinante unico inedito dell'imminente best live del cantautore pugliese. Ennesima rivisitazione dell'amore eterno. Grande dispendio di archi che mandano il sottoscritto in sollucchero.
Samuele Bersani - Il bombarolo
: traccia attualissima (disponibile solo nel circuito del download digitale) che uno dei miei cantautori preferiti ha inserito nel suo ultimo bel lavoro discografico, Manifesto abusivo, e che è un'intensa cover dal repertorio di Fabrizio De Andrè. Bersani l'aveva già proposta dal vivo durante l'omaggio televisivo al cantautore  genovese della scorsa primavera nel salotto di Fabio Fazio ed essendo risultata piuttosto riuscita ha pensato bene di inciderla in studio. Non credo che in linea di massima sia difficile dal punto di vista vocale interpretare un brano di De Andrè (artista che venero),  la sfida reale è renderlo personale. Bersani riesce a non far rimpiangere l'originale, e mi sembra già un bel traguardo.
MIKA - I see you: struggente ballata che nemmeno il falsetto del cantante riesce a rendere mielosa. L'atmosfera intima del pezzo è rafforzata dall'uso del piano e dai cori in crescendo sul finale.
Alicia Keys - Doesn't mean anything: in una sola parola, raffinato. La voce dell'interprete d'oltreoceano vola leggera sulle note del suo fedele pianoforte per un brano che vuole raccontare la centralità dell'amore a discapito di qualsiasi valore materiale.
Skunk Anansie - Because of you: ritorno alla grande per la band inglese dopo 10 anni d'assenza. Peccato che la reunion sia al momento limitata ad un tour celebrativo e alla pubblicazione di un greatest hits di prossima uscita con soli tre inediti, dei quali questo è finora l'unico degno di nota. Sonorità alternative alla Muse e la cazzutissima voce di Skin, vero marchio di fabbrica, che forse meriterebbe un progetto con un dispendio maggiore di tempo e risorse. Vorrei andarli a vedere a Milano il 15 novembre? C'è qualcuno disposto ad accompagnarmi?
Betty Vittori - Shadow dancing: vocalist di poca fortuna che ha inciso questo brano per la colonna sonora di Chewingum, tipico prodotto cinematografico giovanilista degli anni '80. Sarà kitsch, ma a me fa venir voglia di baciare un ricciolone biondo con gli occhi azzurri in riva al mare sotto le stelle. Per la serie "volevo essere Isabella Ferrari", bella e stronza.

mulder77atgmaildotcom 
musica
10 gennaio 2008
QuelloChe i-Pod 11
  • Leona Lewis - Bleeding love: strepitosa interprete venuta fuori grazie al reality show inglese X-Factor (la versione europea di American Idol) e già ribattezzata la nuova Mariah Carey. Il brano è una bellissima e struggente ballata in salsa R&B. Prevedo un futuro sempre più luminoso per questo giovane astro nascente, dovrà solo essere supportato da bravi produttori e autori musicali.
  • Take That - Rule the world: altra ballad tratta dalla colonna sonora del film, Stardust, uscito anche in Italia prima di Natale. E' cantata da Gary Barlow, attualmente l'unico vero cantante del gruppo di Manchester, e sembra essere tornato ai fasti del passato quando ci deliziava con canzoni come l'insuperabile Back for good. Mentre nella seconda canzone la chitarra acustica la faceva da padrona, in questa gli archi riescono a ricreare quell'atmosfera fantastica che serve al tipo di film per cui è stata pensata.
  • Amy Winehouse - Back to black: scazzo in musica ovvero un capolavoro. Perfetta sintesi pop-soul con chiare citazioni della musica anni '60. Divertentissima la trovata delle campane a morto per sottolineare l'emotività espressa nel testo, evidentissima anche nell'elegantissimo video che accompagna la canzone.
  • Tiziano Ferro - Salutandotiaffogo: in assoluto il mio pezzo preferito dell'ultimo vendutissimo album del cantautore di Latina. Altro lentone che inspiegabilmente è stato messo da parte in favore di E fuori è buio, che ha una sua dignità, ma non arriva all'intensità interpretativa di questo brano. Forse è meglio che non sia mai uscito come singolo, sentirla ad ogni piè sospinto le farebbe perdere buona parte della sua bellezza.
  • Mika - Happy ending: dolcissimo blues in chiave pop con tanto di coro gospel accompagnato dal pianoforte. Il ragazzo d'oro del pop non sbaglia un colpo, certo dovrebbe cambiare un po' l'eccessiva e coloratissima cifra stilistica che caratterizza tutti i suoi video, rendendoli di fatto indistinguibili l'uno dall'altro.
  • Irene Grandi - Sono come tu mi vuoi: riuscitissima cover di un lato B (quando anche il retro dei 45 giri era degno di essere ascoltato) del repertorio mazziniano degli anni '60. La cantante toscana riesce a dare nuova vita e identità a questa canzone con la sua voce, allo stesso tempo, grintosa e tenera.
  • Patrizia Pellegrino - Matta-ta: delizioso esempio di quanto negli anni '80 non si negasse un'incisione a nessuno. Il testo è demenziale, ma il ritornello ti entra nel cervello per renderti irrimediabilmente matta-ta. (Dedicata alla matta numero uno di Roma)
mulder77atgmaildotcom 
televisione
20 agosto 2007
Ugly Betty Promo Seconda Stagione

Mentre Italia1 finirà di trasmettere gli episodi inediti della prima stagione a partire dal 4 settembre, negli Stati Uniti, quasi in contemporanea, partirà la seconda stagione della serie rivelazione della passata annata televisiva, Ugly Betty. Per l'occasione Mika, ha rieditato il suo ultimo singolo, Big girl (you're beautiful), ribattezzandolo Betty girl, allargando la sua dedica non solo alle ragazze in carne, ma a tutte quelle esteticamente meno "allineate".

mulder77atgmaildotcom 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ugly Betty telefilm Mika

permalink | inviato da QuelloCheSento il 20/8/2007 alle 21:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        marzo

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Contatore siti 
Se volete scrivermi
mulder77atgmaildotcom

Su MSN Messenger:
volpemulderathotmaildotcom


Tuzki è stato creato da Wang Momo.

Per una migliore visualizzazione di questo blog si consiglia l'uso di Firefox.

QuelloCheLeggo

Adam Mars-Jones, Vita e opinioni di John Cromer, Einaudi.


QuelloCheLessi

Filippo Timi, Peggio che diventare famoso, Garzanti. ***

QuelloCheAscolto

Marina Rei, Musa. ****
Gianna Nannini, Giannadream. ***


QuelloCheVidi

Carlos Saldanha, L'era glaciale 3D. ***

"Whoever you are ­ I have always depended on the kindness of strangers". (Blanche Dubois)  da Tennessee Williams, A Streetcar named desire, 1947.























Disclaimer:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
 

web metrics