.
Annunci online

QuelloCheSento
1 maggio 2010
Closing time
Ok, mollo!
Ho sempre immaginato di chiudere queste pagine col testo di By your side di Sade, come mi auguravo in uno dei primissimi post pubblicati in queste pagine digitali.
Purtroppo l'amore che attendo tarda ad arrivare e il mio tempo da dedicare a questo piccolo diario comincia sempre più a scarseggiare. Ho riversato molto più di quello che volessi su questo blog, che mi ha dato, tra le altre cose, il vantaggio di fornirmi una terapia di gruppo nei momenti più bui del mio percorso di vita, un'occasione non cercata di coming out con alcuni cari amici e la possibilità di conoscere soltanto virtualmente (aggiungerei, nella maggior parte dei casi, purtroppo) alcune persone davvero speciali. Chiunque volesse continuare a mantenere dei rapporti con il sottoscritto, può farlo via email o tramite le meno anonime pagine di Facebook. Nel secondo caso, vi basterà mandarmi il link del vostro contatto e sarò lieto di aggiungervi tra i miei amici.
Buona vita a tutti!



mulder77atgmaildotcom 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog addio

permalink | inviato da QuelloCheSento il 1/5/2010 alle 10:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sentimenti
21 marzo 2010
Latest news
- L'ultimo CD (primo di una trilogia) di Paola Turci è qualcosa di sublime. Attendo con ansia il secondo, ormai di prossima uscita.
- A brevissimo, promozione (graditissima) e nuovo trasloco (molto meno gradito).
- Sono sempre fottutamente single.
- La mia ipotetica classifica dell'ultimo Sanremo è la seguente: 1) Malika Ayane 2) Irene Grandi 3) Sonohra. Tra i giovani l'unica meritevole di vittoria era Nina Zilli.
- Mine vaganti è uno dei film di Ozpetek più riusciti. Daniele Pecci in versione gay (pure troppo!) è stata una gioia per gli occhi.
- Una maledetta influenza ha fatto saltare la mia trasferta milanese. E con essa il concerto di Ludovico Einaudi.
- Glee è la serie del prossimo decennio.
- Vedere Sade dal vivo sarà la mia prossima irrinunciabile meta.
- Avatar è un'emerita cagata in uno sfavillante 3-D.
- Interi CD di cover famose sono insopportabili! Viva i cantautori!
- Mi sveglio troppo spesso nel cuore della notte. E riaddormentarmi, senza avere qualcuno da abbracciare, comincia a pesare.
- Siamo in un neo-medioevo tutto italiano: troppe censure, troppo servilismo clericale, troppo clientelismo feudalistico.
- Leggere la biografia di Giuni Russo ha reso ancora più triste ai miei occhi il vergognoso trattamento riservato a questa grande artista.
- Questo blog non è morto. E' solo in coma farmacologico.

mulder77atgmaildotcom 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cinema musica televisione vita vissuta

permalink | inviato da QuelloCheSento il 21/3/2010 alle 15:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
musica
21 ottobre 2009
QuelloChe iPod 19
Raf - Per tutto il tempo: trascinante unico inedito dell'imminente best live del cantautore pugliese. Ennesima rivisitazione dell'amore eterno. Grande dispendio di archi che mandano il sottoscritto in sollucchero.
Samuele Bersani - Il bombarolo
: traccia attualissima (disponibile solo nel circuito del download digitale) che uno dei miei cantautori preferiti ha inserito nel suo ultimo bel lavoro discografico, Manifesto abusivo, e che è un'intensa cover dal repertorio di Fabrizio De Andrè. Bersani l'aveva già proposta dal vivo durante l'omaggio televisivo al cantautore  genovese della scorsa primavera nel salotto di Fabio Fazio ed essendo risultata piuttosto riuscita ha pensato bene di inciderla in studio. Non credo che in linea di massima sia difficile dal punto di vista vocale interpretare un brano di De Andrè (artista che venero),  la sfida reale è renderlo personale. Bersani riesce a non far rimpiangere l'originale, e mi sembra già un bel traguardo.
MIKA - I see you: struggente ballata che nemmeno il falsetto del cantante riesce a rendere mielosa. L'atmosfera intima del pezzo è rafforzata dall'uso del piano e dai cori in crescendo sul finale.
Alicia Keys - Doesn't mean anything: in una sola parola, raffinato. La voce dell'interprete d'oltreoceano vola leggera sulle note del suo fedele pianoforte per un brano che vuole raccontare la centralità dell'amore a discapito di qualsiasi valore materiale.
Skunk Anansie - Because of you: ritorno alla grande per la band inglese dopo 10 anni d'assenza. Peccato che la reunion sia al momento limitata ad un tour celebrativo e alla pubblicazione di un greatest hits di prossima uscita con soli tre inediti, dei quali questo è finora l'unico degno di nota. Sonorità alternative alla Muse e la cazzutissima voce di Skin, vero marchio di fabbrica, che forse meriterebbe un progetto con un dispendio maggiore di tempo e risorse. Vorrei andarli a vedere a Milano il 15 novembre? C'è qualcuno disposto ad accompagnarmi?
Betty Vittori - Shadow dancing: vocalist di poca fortuna che ha inciso questo brano per la colonna sonora di Chewingum, tipico prodotto cinematografico giovanilista degli anni '80. Sarà kitsch, ma a me fa venir voglia di baciare un ricciolone biondo con gli occhi azzurri in riva al mare sotto le stelle. Per la serie "volevo essere Isabella Ferrari", bella e stronza.

mulder77atgmaildotcom 
sentimenti
7 settembre 2009
La morte sociale Parte II o dell'entusiasmo ritrovato
La crisi profonda che mi ha travolto quasi due mesi fa sembra tanto lontana e così insignificante, soprattutto in seguito all'uragano di eventi che ha investito la mia vita nell'ultima settimana.
Il ritorno all'ovile è definitivamente tramontato. Ho dovuto dimenticare i timori per un'indipendenza persa e la conseguente voglia di mettere finalmente su casa. Credevo di dover abbandonare la vita sociale costruita faticosamente a Messina e rimetterne in piedi una che sembrava parzialmente persa. Avevo maturato una certa diffidenza verso il mondo gay messinese, letale commistione di un'ipocrita mentalità provinciale e di una malcelata propensione per la promiscuità. Il fatto che abbia scopato come un riccio più negli ultimi mesi di singletudine che in tutta la mia intera vita sessuale ne è un'evidentissima prova.
Le tre settimane di ferie fatte ad agosto sono state un vero toccasana per la mia salute mentale e fisica. Ho rivisto tanti amici e frequentato alcuni posti che amo. Ho fatto solo ciò che mi andava di fare. Ho scelto di divertirmi a modo mio. La notte di ferragosto è stato forse l'emblema di quest'estate egocentrica. Una notte indimenticabile, nel bene e nel male.
Ho capito quanto fragili siano certi rapporti affettivi e quanto forti siano invece alcuni legami che credevo al limite della rottura. Con mia grande sorpresa qualcuno ha reclamato attenzioni, finalmente in modo diretto. E io ho ritrovato l'entusiasmo e la voglia di continuare a fare esperienze insieme al suddetto qualcuno.
Più di qualcuno ha mostrato il proprio vero volto, quando le contingenze lo hanno costretto a dimenticare il politically correct. Tante piccole stilettate al cuore e tanto stupore per una così scarsa dimostrazione di savoir faire.
E veniamo alle novità.
Mi toccherà comunque abbandonare (non nei weekend) la città di Messina e tutte le comodità che questa sistemazione comporta. La morte sociale incombe (nuovamente), ma la vita professionale procede florida. Una promozione al di là delle mie aspettative mi ha aperto nuovi orizzonti e mi ha dato nuovo entusiasmo. So che i primi tempi saranno duri, ma sono certo che sarò ripagato con tante soddisfazioni personali dei tanti sacrifici che questa promozione mi costerà. Sono carico di tanti bei propositi e di tante speranze per il mio futuro sociale, amoroso e professionale. Non so davvero se avrò il tempo materiale di tornare ad aggiornare regolarmente queste pagine. Probabilmente latiterò, ma sono sicuro che quando la solitudine tornerà a farsi sentire di più, questo blog e tutti coloro che vorranno intervenire con i loro commenti continueranno a farmi compagnia.

mulder77atgmaildotcom 
sentimenti
13 luglio 2009
Istantanea 102
Sto seriamente pensando di chiudere definitivamente queste pagine.

Forse preferisco tenere solo per me i molti pensieri che affollano la mia mente.

mulder77atgmaildotcom 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog autocensura

permalink | inviato da QuelloCheSento il 13/7/2009 alle 19:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
musica
21 maggio 2009
Io tra le amiche per l'Abruzzo (non solo quelle sul palco)

Non appena ho sentito che la Pausini e tutte le altre del gotha musicale italiano avrebbero messo su un concerto stile World Aid tutto al femminile, non ho potuto fare a meno di pensare alla possibilità (neanche tanto remota) di partecipare ad un evento che si preannuncia irripetibile. L'idea che la Bertè condivida anche solo il retropalco con la Rettore mi esalta non poco, vederle litigare on stage significherebbe avere un orgasmo istantaneo e tramortizzante. Immaginare un terzetto Pausini-Giorgia-Elisa mi provoca la pelle d'oca sin d'ora. La Consoli e la Mannoia le vedrei bene a duettare in un bel brano di Fossati, tipo questo. Sarebbe bello anche se Alice e Milva interpretassero insieme qualcosa del loro prezioso repertorio battiatiano. E che dire se Irene Grandi, Mietta e Malika Ayane si esibissero in un bel blues? Certo manca Mina, la più grande di tutte, ma sarebbe una bella occasione per scendere dall'eremo in cui si è rifiugiata, anche solo in un contributo video con una cover inedita, magari un omaggio a due stelle che mi sarebbe piaciuto vedere esibire su quel palco al femminile, Giuni Russo e Mia Martini.

P.S. In occasione del concerto arriverò a Milano dal 19 giugno, mi piacerebbe incontrare chiunque capiti di tanto in tanto su questo blog e abbia voglia di passare da una conoscenza virtuale ad una reale. Organizzarsi per andare insieme al concerto, potrebbe essere un'idea altrettanto positiva, sempre che si riesca a trovare i biglietti per lo stesso settore (il mio è il 1° anello blu).

mulder77atgmaildotcom 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. musica milano donne abruzzo giugno

permalink | inviato da QuelloCheSento il 21/5/2009 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
sentimenti
12 maggio 2009
Istantanea 101
Mi rendo conto che certe forzature emotive mi provocano un incontenibile inacidimento. Un atteggiamento inevitabilmente anti-sociale. E pensare che ho ingoiato bocconi amari solo per paura della solitudine. Forse avrei dovuto dare priorità alla mia dignità. Ora non mi resta che attendere che finisca questa agonia. Solo tre mesi e poi si riparte.

mulder77atgmaildotcom 
sentimenti
5 maggio 2009
Love line
Dall'altra parte di quell'ipotetico filo di onde elettromagnetiche che ci collegava attraverso i rispettivi cellulari stavi pateticamente cercando di intavolare una conversazione ad alto tasso erotico. Perdonami se al tuo ansimare concitato e alle tue parole lontanamente erotiche ho risposto con un'intrattenibile e sonora risata. Ridicolo tentativo di conquista sfacciatamente materiale. Ma dove sono finiti certi formalismi, tanto ipocriti ma molto meno imbarazzanti?

mulder77atgmaildotcom 
sfoglia
marzo       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1370292 volte

Contatore siti 
Se volete scrivermi
mulder77atgmaildotcom

Su MSN Messenger:
volpemulderathotmaildotcom


Tuzki è stato creato da Wang Momo.

Per una migliore visualizzazione di questo blog si consiglia l'uso di Firefox.

QuelloCheLeggo

Adam Mars-Jones, Vita e opinioni di John Cromer, Einaudi.


QuelloCheLessi

Filippo Timi, Peggio che diventare famoso, Garzanti. ***

QuelloCheAscolto

Marina Rei, Musa. ****
Gianna Nannini, Giannadream. ***


QuelloCheVidi

Carlos Saldanha, L'era glaciale 3D. ***

"Whoever you are ­ I have always depended on the kindness of strangers". (Blanche Dubois)  da Tennessee Williams, A Streetcar named desire, 1947.























Disclaimer:
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.
 

web metrics